Vai al contenuto

Condizioni di viaggio

Condizioni di viaggio

 

Regolamento (CE) 1371/2007 Regolamento Europeo in materia di diritti ed obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario

Introduzione

L’Unione Europea si è adoperata per tutelare i diritti dei passeggeri del trasporto ferroviario. Il Regolamento (CE) n.1371/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2007 (Regolamento) prevede l’introduzione di nuovi diritti ed obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario in ambito europeo, stabilendo oneri informativi a favore dei passeggeri e diritti specifici, in particolare in occasione di ritardi, soppressioni di treni e mancate coincidenze.

Le Condizioni Generali di trasporto dei passeggeri di TFT sono indicate nella Carta dei Servizi TFT disponibile sul sito www.trasportoferroviariotoscano.it e presso i principali punti vendita titoli di viaggio.

 

Principali novità introdotte dal Regolamento

Ambito di applicazione

Il Regolamento si applica ai viaggi effettuati sui treni regionali. Ciascun biglietto costituisce un singolo e separato contratto di trasporto per la tratta cui si riferisce. Conseguentemente, le tutele garantite dal Regolamento sono riconosciute al viaggiatore con riferimento al singolo contratto utilizzato, senza pertanto essere estese agli altri servizi successivi e/o precedenti acquistati dal passeggero per completare il proprio viaggio, che sono invece oggetto di ulteriori distinti contratti.

 

Informazione

L’impresa ferroviaria ha l’onere di fornire informazioni al viaggiatore, sia prima del viaggio (ad esempio orari, eventuali modifiche al servizio programmato, eventuali ritardi) che durante il viaggio (ad esempio, prossima fermata, eventuali ritardi). Particolare attenzione viene prestata alle persone con disabilità uditive e/o visive.

 

Biglietti

Il biglietto deve essere opportunamente convalidato prima della partenza del treno per evitare di essere regolarizzati dal personale di bordo, con conseguente addebito di sanzioni pecuniarie.

Il biglietto può essere acquistato:

  • a terra presso i punti vendita indicati su apposita informativa esposta in tutti gli impianti ferroviari e a bordo treno con l’indicazione degli orari ed i giorni di chiusura:
  • a terra tramite le emettitrici self – service ubicate presso gli impianti ferroviari di fermata;
  • on – line (web, smartphone e computer) con le modalità che verranno appositamente indicate. Il servizio verrà attivato entro la metà del 2015;
  • a bordo treno richiedendolo al Capo Treno al momento della salita a bordo e prima di prendere posto a sedere. In questo caso il biglietto è gravato di una maggiorazione di € 2,00
  • I viaggiatori sprovvisti di idoneo documento di viaggio ovvero muniti di documento di viaggio non valido o scaduto sono tenuti al pagamento della sanzione ammnistrativa prevista dalla vigente normativa (art. 25 L.R. Toscana 42/98) compresa tra € 60.00 ed € 360.00 oltre al pagamento dell’importo relativo alla tariffa per il servizio usufruito. Le modalità di pagamento ed altre informazioni in merito sono riportate nella Carta dei Servizi TFT al cap. 5 paragrafo 5.2.

 

Bagaglio a mano

Non è ammesso il trasporto di oggetti pericolosi e nocivi. Il bagaglio a mano deve essere trasportabile e non deve essere ingombrante. Per le modalità di trasporto del bagaglio a mano si rimanda alla Carta dei Servizi TFT al cap. 4 paragrafo 4.6

 

Biciclette

E’ consentito il trasporto di biciclette sui treni che vengono effettuati con carrozze che dispongano all’interno di appositi alloggiamenti; tali carrozze sono identificabili con apposito pittogramma. Il trasporto di biciclette è assoggettato ad un pagamento di un biglietto a prezzo fisso pari ad € 1,50 indipendentemente dalla tratta usufruita.

 

Cancellazioni e ritardi dei treni

Le tutele per i passeggeri del trasporto regionale vengono applicate tenendo conto delle modalità previste dal contratto di servizio stipulato con la Regione Toscana ed in relazione ai seguenti casi:

  • corse treno effettuate con un ritardo, registrato al capolinea, superiore ai trenta minuti e dovuto a cause imputabili a T.F.T. S.p.A.;
  • corse interrotte prima di arrivare al capolinea per motivi imputabili a T.F.T. S.p.A.

Sono da ritenersi non imputabili a TFT eventi riconducibili a: scioperi, manifestazioni, sommosse, calamità naturali, eventi bellici, danni o incidenti provocati da terzi ecc. e comunque tutte quelle circostanze in cui non vi sia dolo evidente da parte dell’azienda definibili in generale come cause di forza maggiore.

In entrambi i casi viene riconosciuto al Cliente un rimborso costituito da un bonus di importo equivalente al prezzo di un biglietto di corsa semplice corrispondente al percorso oggetto del disservizio.

Risarcimento danni a persone e bagagli

TFT non è responsabile per i danni a persone e bagagli se il danno è imputabile a cause non dipendenti dall’impresa stessa. Come regola generale, la custodia del bagaglio spetta al viaggiatore e, pertanto, la perdita ed i danneggiamenti restano a suo carico, salvo che siano stati causati da incidente ferroviario la cui responsabilità sia imputabile a TFT. TFT non risponde, in ogni caso, degli oggetti di valore eventualmente contenuti nei bagagli, quali, ad esempio, denaro, carte valori, oggetti d’arte e di antichità, oggetti preziosi e simili.

 

Responsabilità per morte o ferimento di viaggiatori

In caso di morte o ferimento del viaggiatore, entro 15 giorni, TFT corrisponderà una somma adeguata a soddisfare le immediate necessità economiche, pari ad almeno 21.000,00 euro in caso di morte. Detta somma non costituisce ammissione di responsabilità ed andrà restituita a TFT nel caso in cui il danno sia dovuto a colpa del passeggero o il pagamento sia stato erogato a persona non avente diritto.

 

Garanzie per persone a mobilità ridotta

Sono considerate persone con disabilità o a mobilità ridotta quelle la cui mobilità sia ridotta a causa di disabilità fisica (sensoriale o locomotoria, permanente o temporanea), mentale o di altra disabilità, nonché per ragioni di età o la cui condizione richieda un’attenzione adeguata nell’uso del mezzo di trasporto ferroviario. Sono previste speciali garanzie informative e specifici obblighi di assistenza da parte dei gestori delle imprese ferroviarie

In particolare, alla persona disabile o a mobilità ridotta vengono garantiti i seguenti servizi: – assistenza all’interno dell’impianto ferroviario nella salita in treno e fino al posto assegnato nella carrozza e nella discesa dal treno, e fino all’uscita dall’impianto ferroviario.

I viaggiatori con disabilità o a mobilità ridotta possono accedere a tali servizi effettuando la richiesta del servizio con le modalità di seguito:

  • nella linea Arezzo – P.Stia le stazioni abilitate con pedana di sollevamento sono quelle di Poppi, Bibbiena e Arezzo; per dette località il servizio può essere fornito con un preavviso di almeno 24 ore. Per le altre stazioni la richiesta di servizio deve essere fatta dal cliente con un preavviso telefonico di almeno 48 ore e al momento verrà concordata la località più idonea per effettuare il servizio;
  • nella linea Arezzo – Sinalunga la maggior parte dei treni è provvisto di pedana, pertanto alla richiesta telefonica di servizio verranno indicati gli orari che consentono all’utente di usufruire del treno idoneo.

Il numero da chiamare è il seguente : 335 7757926.

Il trasporto può essere rifiutato nel caso di incompatibilità di dimensioni che rendano fisicamente impossibile l’accesso o il trasporto delle persone con disabilità o a mobilità ridotta.

Indennità per attrezzature per la mobilità o altre attrezzature specifiche

TFT risarcisce quanto dovuto per le attrezzature specifiche per le persone con disabilità o a mobilità ridotta, qualora tali attrezzature siano smarrite, danneggiate o distrutte per fatto imputabile alla stessa Società TFT.

 

Reclami

Il viaggiatore può presentare reclami e segnalazioni:

  • on–line accedendo al sito www.trasportoferroviariotoscano.it compilando l’apposito formulario;
  • utilizzando gli appositi moduli disponibili nei principali impianti di fermata;
  • via posta elettronica all’indirizzo: reclami.arezzo@tiemmespa.it;
  • utilizzando la posta ordinaria all’indirizzo TFT via Guido Monaco. 37 – 52100 Arezzo.

 

Termini per la risposta

TFT si impegna a comunicare all’utente:

  • una risposta scritta interlocutoria al momento del ricevimento, qualora non sia in grado di fornire quella definitiva, in cui è specificato il nominativo del dipendente responsabile del procedimento, i tempi previsti per l’espletamento dello stesso ed i mezzi di tutela disposizione dell’utente in caso di risposta sfavorevole;
  • entro 30 giorni dalla data di ricevimento del reclamo, una risposta definitiva, in cui è specificato il termine entro il quale saranno rimosse le irregolarità riscontrate e/o ristorato il pregiudizio arrecato, ovvero gli eventuali motivi del superamento dei termini per la risposta definitiva e la quantificazione dei medesimi;
  • solo in casi eccezionali ed espressamente motivati l’impegno ad una risposta definitiva entro un termine non superiore a 45 giorni complessivi.

Procedure Conciliative e Giudiziarie

Per esperire una procedura conciliativa, al fine di risolvere una controversia con l’Azienda, il cliente può rivolgersi, indirizzando apposita istanza:

  • alla Camera Arbitraria di Conciliazione, istituita presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato territorialmente competente. La procedura è gratuita se il cittadino è assistito da un’associazione dei consumatori; non e comunque necessaria l’assistenza di un legale;
  • al Difensore Civico territorialmente competente, quale figura istituzionale che può dirimere eventuali controversie tra la clientela e TFT.

Per ricorrere, invece, all’autorità giudiziaria, il cliente dovrà rivolgersi al Giudice di Pace o al tribunale competente per valore e per territorio, con le procedure previste dalla normativa vigente.

 

Per saperne di più sui diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario consultare:

http://ec.europa.eu/transport/themes/passengers/rail/index_en.htm